Circolare n. 200 - Avanguardie Educative - Formazione docenti - Critical Thinking - Corso online sulla pratica del pensiero critico in classe.

Andare oltre, pionieri del futuro che verrà, per noi che facciamo parte del Movimento Avanguardie Educative, non solo un motto, ma una missione che comincia con la scoperta, con la formazione del personale docente, per poi diventare ricerca azione all’interno delle nostre aule scolastiche.

In questo modo si creano i presupposti per far acquisire ai nostri alunni quelle Life Skills, per essere competitivi domani, come dimostrano i dati di monitoraggio da noi effettuati sui risultati scolastici degli studenti che attualmente frequentano le classi dei licei e degli istituti superiori del nostro territorio.

Si raccomanda pertanto al personale docente di frequentare il corso online gratuito promosso da INDIRE, di cui riportiamo dettagliatamente la descrizione:

 

“Libere e liberi di pensare è il corso online gratuito, in partenza il prossimo 15 febbraio, rivolto a tutti i docenti che intendano insegnare a pensare, applicando un metodo educativo che mette al centro dell’apprendimento il pensiero critico.

Il corso offre gli strumenti per creare classi dove il pensare diventi pratica quotidiana e si concretizzi in indagine, analisi, valutazione, confronto, collaborazione e creatività. Si utilizzeranno le conoscenze della psicoanalisi, per analizzare come promuovere e gestire un ambiente educativo in cui il pensare insieme, la collaborazione, il confronto e quindi le dinamiche di gruppo diventano centrali.

Per mettere il pensiero al centro della didattica, il corso utilizza strumenti chiamati Thinking Routines, sviluppati dall’Università di Harvard, Project Zero e oggetto di un progetto congiunto con il Ministero dell’Istruzione in Italia. Tale metodo permette di creare “classi pensanti”, appassionate e interessate ad apprendere, ed è al centro del modello educativo MLTV – Making Learning and Thinking Visible, elaborato dai ricercatori Indire in collaborazione con l’Università di Harvard e con tre scuole capofila del movimento delle Avanguardie Educative.

Il corso è ideato e tenuto da Fulvia Richiardone, presidente di PenSiamo APS, ex funzionaria ONU in ambito di formazione e rifugiati e da Stefania Berno, psicoterapeuta e psicanalista infantile, specializzata alla Tavistock Clinic di Londra e consigliera di PenSiamo APS.

La formazione è strutturata in due parti. La prima parte prevede 8 lezioni in cui si esplorerà e si applicherà un metodo educativo fondato sul pensiero critico e capace di far appassionare gli studenti all’apprendimento, rendendoli liberi di esplorare, elaborare ed esprimere le loro idee, anche se divergenti, purché basate su indagine, analisi, valutazione, collaborazione e confronto.

Le lezioni sono così suddivise:

  • Cos’è il pensiero critico
  • Predisposizioni e abilità necessarie per pensare in modo critico
  • Strumenti per sviluppare le predisposizioni e le abilità per pensare in modo critico.Presentazione e sperimentazione di alcune Thinking Routines per: introdurre ed esplorare idee; sintetizzare e organizzare idee; cercare l’essenza delle idee
  • Cosa ho imparato: analisi, sintesi, riflessione, condivisione
  • Il metodo educativo basato sul pensare verrà sia analizzato in sé in quanto metodo, sia applicato direttamente all’insegnamento delle materie del programma scolastico.

Nella seconda parte, sempre costituita da 8 lezioni, si imparerà a gestire una “classe pensante”, con psicoanalisi e dinamiche di gruppo; si analizzerà come promuovere e gestire un ambiente educativo in cui la collaborazione e il confronto siano centrali e nel quale le dinamiche di gruppo e del rapporto studente-docente giochino un ruolo fondamentale.

Gli incontri si articoleranno in:

 

  • Introduzione a concetti chiave della psicanalisi (coscienza, preconscio, inconscio, proiezioni e introiezioni, meccanismi di difesa)
  • Dinamiche di gruppo in classe; dinamiche professore-studente; funzione del leader positivo nelle dinamiche tra compagni in classe
  • Interferenze emotive che provocano i disturbi dell’apprendimento: il punto di vista della psicanalisi
  • Cosa ho imparato. Analisi, sintesi, riflessione, condivisione.

 

Obiettivo del corso è dunque quello di fornire un bagaglio di conoscenze ed esperienze che, se applicate in classe, si concretizzino nella capacità di insegnare a pensare in modo critico. A tale scopo è previsto un accompagnamento nell’applicazione della teoria alla pratica, ossia un supporto nel risolvere dubbi e problemi pratici e nell’adattare il metodo al contesto scolastico di ogni docente.

Le lezioni online si svolgeranno dal 15 febbraio al 31 maggio, ogni martedì dalle 18 alle 19,30 su UNIPOP online, Google Meet. Le iscrizioni sono aperte sulla piattaforma S.O.F.I.A.

 

Libro consigliato per prepararsi al corso: Making Learning and Thinking Visible, a cura di Elisabetta Mughini e Silvia Panzavolta, INDIRE, Carocci editore, 2020.”

 

Considerata l’importanza dell’iniziativa si consiglia a tutto il personale docente un’ampia partecipazione, anche al fine di adempiere alle ore di formazione obbligatoria deliberate dal nostro Collegio Docenti.

Per ulteriori informazioni in merito è possibile rivolgersi all’ins. Maria Filomena Palmeri, funzione strumentale d’istituto che si occupa della Formazione Docenti i cui recapiti è possibile richiedere presso gli uffici di segreteria.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Dott. Bruno Lorenzo CASTROVINCI Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 D.lgs. n. 39/1993

Allegati:

Circ.-n.-200-Avanguardie-Educative-Formazione-docenti-Critical-Thinking-Corso-online-sulla-pratica-del-pensiero-critico-in-classe.docx
Titolo: Circ.-n.-200-Avanguardie-Educative-Formazione-docenti-Critical-Thinking-Corso-online-sulla-pratica-del-pensiero-critico-in-classe.docx (29 clicks)
Filename: circ-n-200-avanguardie-educative-formazione-docenti-critical-thinking-corso-online-sulla-pratica-del-pensiero-critico-in-classe-docx.pdf
Dimensione: 236 KB